Raccolta porta a porta ai nastri di partenza. Si avvia il nuovo percorso sostenibile che coinvolgerà tutti i cittadini.

Raccolta porta a porta ai nastri di partenza. Si avvia il nuovo percorso sostenibile che coinvolgerà tutti i cittadini.
Giugno 4, 2021 admin

Inizierà il 7 giugno il nuovo corso sostenibile di Lauria. Da lunedì, infatti, inizierà il nuovo servizio porta a porta dei rifiuti, che permetterà alla cittadina di raggiungere importanti risultati dal punto di vista dell’ecologia e del rispetto dell’ambiente. Terminati i lavori di preparazione, con la distribuzione del kit, ora tocca ai cittadini darsi da fare per una buona raccolta differenziata. Tutte le informazioni sono sul sito internet ecolauria.it, e a disposizione sull’app Riciclario. Per tutte le domande è disponibile il numero verde 800 193 713, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 12.00.

Le tre zone

Per ottimizzare il servizio di raccolta, progettato e gestito dall’ATI ProgettAmbiente-Serveco, il territorio di Lauria è stato diviso in tre zone: 1, 2A, 2B. Nelle prime due è prevista la raccolta porta a porta, secondo il calendario consultabile quì, nella terza è invece previsto il servizio di raccolta nei punti di prossimità, che è in fase di organizzazione. Fino a nuova comunicazione, tale area sarà gestita con il servizio porta a porta, analogamente alle altre due.

Modalità di conferimento

Le modalità di conferimento prevedono che i contenitori vengano messi fuori dalla propria abitazione dalle ore 6.00 alle ore 8.00 del mattino, per permettere agli operatori di raccogliere le frazioni a partire dalle ore 8.00. È necessario utilizzare solo i propri contenitori, ricevuti in dotazione, che non sono assolutamente cedibili ad altri. In caso di smarrimento o furto, è necessario contattare ProgettAmbiente per conoscere le modalità di ritiro del nuovo contenitore.

I conferimenti non conformi (ad esempio inserimento rifiuti non previsti per il giorno di raccolta, mancato utilizzo del contenitore, utilizzo di sacchetti non compostabili per il conferimento della frazione organica, …) provocheranno anche il mancato svuotamento del contenitore.

L’operatore segnalerà le non conformità lievi con bollino giallo e il mancato ritiro (applicato in maniera più blanda nella fase inziale del servizio) con l’apposizione sul contenitore del bollino rosso indicante le motivazioni del mancato svuotamento. Sarà cura dell’utente rimuovere la non conformità segnalata ed esporre i rifiuti alla successiva raccolta utile.

Quello che si potrà conferire sono i rifiuti differenziabili: carta e cartone, imballaggi in plastica e metalli, imballaggi in vetro e organico. Per tutto il resto, invece, si può conferire presso il Centro Comunale di Raccolta, sito in Località Parco Carroso, Lauria Inferiore (nei pressi dell’Eliporto).

Per ogni informazione è possibile comunque consultare il sito web, chiamare il numero verde 800193713 o scaricare l’app Riciclario.

 

1 Commento

  1. CLAUDIO 1 anno fa

    Buongiorno. Vorrei esporvi alcuni piccoli dubbi in merito alle modalità di raccolta differenziata. Premesso che sarebbe molto meglio e più ecologico costruire dei cesti sotterranei dotati di apertura con microchip presente sulla tessera sanitaria, visto che l’enorme spiegamento di mezzi di raccolta vanno a produrre smog da gas di scarico con le lunghe soste effettuate quartiere per quartiere, vengo ora ai miei quesiti: 1) Con quali legacci vanno chiuse le buste dell’umido? I classici fili metallici rivestiti di plastica non sono biodegradabili e allora? Usare filo per legare la carne? Oppure lasciare i sacchetti aperti nei DUE contenitori, col rischio che animali randag,attirati dai segnali odoriferi,i ne sversino il contenuto a terra? 2) Il tetrapack contenente sostanze grasse come panna, besciamella, ecc, va sventrato e lavato con detersivo prima di essere messo nella carta? Vale la pena inquinare le acque con detersivi per recuperare (forse) pochi grammi di carta? 3) Un fazzoletto usato per il catarro va nell’indifferenziato, ma se sporco di sugo nell’umido…ma non sono entrambi residui organici? A mio avviso il muco ed altre secrezioni, essendo pericolosamente infettivi andrebbero riciclati a parte, in sacco sigillato e con l’obbligo di mascherina ad alto potere filtrante per gli Operatori della raccolta. 4) Le bustine di cibo per animali domestici sono plastica e metallo, o indifferenziato? 5) Dove vanno smalytiti i medicinali scaduti se non esiste un contenitore apposito? In ogni caso, fiale, gocce e sciroppi vanno svuotati, o gettati pieni? Certo di ricevere ampie spiegazioni, porgo i miei più distinti saluti.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*